L’acqua è un elemento basilare della vita umana. Gli usi che facciamo dell’acqua sono talmente vitali, spontanei, abituali da indurci a poter dimenticare l’importanza che essa ha per la nostra vita. Beviamo acqua, ci laviamo con l’acqua, un componente cruciale della nostra esistenza per il quale motivarne l’essenzialità potrebbe risultare addirittura superfluo.

L’acqua quindi è il primo elemento sul quale bisogna sorvegliare e la normativa italiana sull’analisi delle acque prevede una serie di indicazioni che riguardano molteplici aspetti nei quali si ritrova coinvolto il caro e indispensabile elemento. Dalla casa, alla piscina, dallo scarico delle attività produttive, ai centri termali.

Le acque potabili provenienti da impianti condominali e da pozzi, devono essere controllate, analizzate, al fine di accertarne salubrità e idoneità all’uso.

Allo stesso modo deve essere sorvegliata la corretta carica batterica delle acque utilizzate nelle piscine che devono rispettare determinati e obbligatori valori di parametro, indispensabili per sancirne un’adeguata condizione igienico sanitaria.

Devono essere determinate le caratteristiche Chimico-fisiche e Batteriologiche delle acque reflue, provenienti da impianti produttivi, delle acque superficiali, degli impianti natatori di strutture ricettive e termali per le quali vige l’obbligo di controlli preventivi contro il rischio legionellosi.

Il Laboratorio effettua il campionamento e la analisi delle acque per conoscerne i diversi parametri: • Quelli chimici e fisici: ph, nitrati, cloruri, solfati, metalli diversi (calcio, magnesio, etc..) e vari altri parametri. • Quelli batteriologici: E.coli, Enterococchi, Coliformi totali, Salmonella. Attraverso essi si potrà quindi stabilire la qualità complessiva delle stesse e la sicurezza o la idoneità al loro utilizzo (alimentare, ricreativo, agricolo etc…)

Responsabile: Dott.Stefano Lostia